Gli italiani saranno anche un popolo di santi, poeti e navigatori, ma sicuramente non difettano in fantasia.

Ed è proprio la crisi economica, come spesso accade, ad incentivare questa fantasia: per ovviare alla riduzione dei consumi delle famiglie, che spesso rinunciano anche ad una serata in pizzeria, è nata la prima osteria toscana che come pagamento accetta il baratto.

Proprio così: al momento della prenotazione si contratta il pagamento in natura con il menù che l’osteria offre di conseguenza.

Per pagamento in natura si intende frutta e verdura ma anche oggetti di artigianato locale, di modernariato o antiquariato.

Ovviamente, chi vuole potrà continuare a pagare mettendo mano al portafogli.

Questa nuova attività aprirà a breve a Firenze e si chiamerà ‘L’è maiala’, tipica frase dialettale per indicare un momento non facile.

Ma sono proprio i momenti di necessità ad aguzzare l’ingegno: chissà che il ritorno al baratto non sia la fine della crisi economica? Fonte : iobb.it


Be Sociable, Share!


Articoli correlati: